INDIZIO:
La trama di Angélique

La tecnologia salva la coppia erotica!

Io voglio il sesso erotico, non quello che è possibile trovare facilmente grazie alle App e ai website, infallibili nel soddisfare la pura voglia di sesso. Magari fosse così semplice. Sfortunatamente io voglio il sesso che duri, a lungo termine, monogamo, bollente, con i vestiti strappati di dosso, i bottoni che saltano, il ‘non ne ho mai abbastanza’, il sesso lussurioso e… regolare.
Mi rifiuto di accettare che quando il romanticismo fa la sua comparsa in una relazione il desiderio automaticamente cala. E mi rifiuto di pensare al sesso ‘affettuoso ma privo di passione’ che è considerato naturale in una coppia stabile.
In realtà, l’eros è figlio del desiderio e “desiderare sessualmente” significa anticipare mentalmente l’amato o l’amata, anticipare ed accarezzare con la fantasia un incontro, un bacio, quella determinata intimità che in passato ci ha fatto vibrare le corde più intime.
La nota psicoterapeuta Esther Perel in effetti rivela che il problema di calo di desiderio nelle coppie di lunga data risiede nella mancanza di immaginazione e suggerisce di essere creativi per mantenere la ‘temperatura alta’.
In effetti, il ‘sesso con noi stessi’ non diventa mai noioso perché in quei momenti ci sentiamo liberi di liberare tutta la nostra immaginazione…
La parola d’ordine è creatività erotica e le nuove tecnologie in questo ci offrono infinite possibilità per ‘giocare’ con il partner.

Ecco alcuni spunti ‘tecnologici’ per ‘nutrire’ l’erotismo:

1. Creare un account email da usare strettamente solo per il dialogo sessuale è un’opzione suggerita dalla Perel:  “La mente erotica non è molto politicamente corretta”.
2. Sesso telefonico. Interrompere la giornata di lei per regalarle brividi improvvisi sussurrandole al telefono ordini sul come toccarsi…


3. Sexting. Se c’è complicità nella coppia può essere eccitante: se ti autofotografi in pose sensuali da inviare al tuo lui, sei obbligata a scoprire il tuo lato sexy, a giocare con il look e a esplorare la tua fantasia. Lui, essendo per natura più visivo, riceverà una foto che gli anticiperà il momento dell’incontro, glielo farà desiderare.


4. Skype e Gchat. Con video sono un’evoluzione del sesso telefonico: subentra la componente visiva e il ‘guardare e non toccare’ amplifica il desiderio.
5. Snapchat è una soluzione che gioca sull’attimo fuggente: lui potrà vedere la tua foto o il tuo video solo per pochi secondi… un’intensità di un momento.


6. I vibratori con il telecomando permettono di creare un gioco intimo nella coppia anche quando si è in mezzo ad altre persone: lei lo ‘indossa’ e lui può farla vibrare a sorpresa in momenti insoliti.
7. Siamo ben oltre “Il Gioco” di Milo Manara: l’ultimo modello tra i vibratori è We-Vibe 4 Plus, un oggetto per coppia che può essere indossato quando si è insieme ma utilizzato anche a distanza. Tramite Bluetooth lui può controllare il piacere di lei anche dall’altra parte del pianeta. Un modo diverso per mantenere il contatto anche a distanza.
E questo è solo l’inizio: il futuro della tecnologia applicata all’erotismo è un mondo infinito, come la nostra immaginazione. Non mi resta che tenermi aggiornata e… mettermi in gioco!

bitcoin bitcoin-donation Un piccolo pensiero per la mia Anima Libera?
Libera donazione in Bitcoins all'indirizzo: 126BzU7miMqyfJvVfHfya9s6b6TUk8VEMf

Lascia un Commento

Per aggiungere un tuo "filo" con un commento agli Indizi devi effettuare l'accesso.